Comunicati

Nell'ambito delle attività ludico-ricreative previste dal Piano "Scuola Estate 2021 - Scuola a Cielo Aperto", più precisamente, all'interno del Modulo "La mia terra... viaggio tra cultura, colori e tradizioni", laboratorio formativo che ha previsto percorsi storico-artistici, naturalistico-ambientali ed enogastronomici, un gruppo di studentesse del Liceo Scientifico e Linguistico di Cariati ha potuto visitare la città più normanna della Calabria, San Marco Argentano. La visita è stata preceduta da contatti istituzionali tra la Scuola e l'Amministrazione Comunale che ha provveduto ad organizzare il tour per la delegazione degli studenti, accompagnati dai professori: Filomena Flotta, Daniela Mancini e Antonio Caruso. Prima tappINCONTRO COL SINDACO SCAMBIO DONIa è stata l'abbazia di S. Maria De La Matina voluta e realizzata da Roberto Il Guiscardo; favorita da papi e dai signori normanni, ha ospitato il papa Urbano II, promotore della Prima Crociata. L'abbazia è benedettina dalla fondazione fino al 1222, anno in cui subentrò l'ordine dei Cistercensi; oggi è proprietà privata della famiglia Valentoni, la stessa che, nella persona della baronessa Marcella ha dato l'opportunità al gruppo di visitatori di apprezzare la magnificenza dell'Aula Capitolare, considerata tra le più raffinate architetture cistercensi in Italia. Seconda tappa è stata il centro storico di San Marco Argentano; nei pressi del Museo Civico, il gruppo è stato accolto dal professor Onorato Tocci MULINO DI MEZZOinsieme ad altri due accompagnatori delegati dal sindaco Virginia Mariotti a fare da Ciceroni durante il tour nel centro storico, iniziato con la visita alla Torre Normanna. Qui il giovane Roberto pose le basi del suo ambizioso progetto militare e politico, emblema incontrastato del suo potere e che, successivamente, fu usata come carcere dal grande Federico II, suo discendente. Da lì è stato raggiunto il Complesso monastico dBENEDETTAella Riforma, ex sede del Complesso dei Riformati a cui è annessa la Chiesa della Riforma e l’orto del convento, sede della Benedetta, cappella votiva sorta nel romitorio dove San Francesco di Paola, ultimo santo calabrese di tradizione bizantina, ospite a San Marco alcuni mesi tra il 1429 e il 1430, si recava a pregare in disparte. A seguire, è stata la volta della fontana cosiddetta di Sikelgaita (seconda moglie del Guiscardo), della chiesa dedicata a San Marco e del Museo Diocesano, per arrivare, infine, alla Cattedrale con la visita dell'antica cripta, nata forse come tomba dei signori normanni, oggi, luogo di sepoltura dei vescovi argentanesi. Prima di lasciare il centro storico vi è stato il momento dell'incontro istituzionale presso il Palazzo Comunale, in una sorta di gemellaggio fortemente voluto dal sindaco Virginia Mariotti e dal Dirigente Scolastico dell'Istituto di Istruzione Superiore di Cariati Sara Giulia Aiello, suggellato da uno scambio di doni. Da lì a poco, il percorso formativo, da storico-artisIMG 20210726 WA0004tico si è trasformato in enogastronomico, perché è stata fatta, presso un'azienda agrituristica del luogo, la degustazione delle tipicità del territorio; salumi, frittelle alle erbe, formaggi ricoperti da miele di fichi, assaggi di olio extra-vergine di oliva e tanto altro hanno deliziato il palato dei visitatori che subito dopo hanno dovuto indossare la veste di esploratori ambientalisti per affrontare il percorso naturalistico-ambientale lungo il fiume Fullone, accompagnati dal professore Rosario Frandina. Prima di approdare in quella che è stata definita da studenti e docenti "un'oasi di pace e benessere",   è stata fatta sosta al Santuario dei Martiri Argentanesi: Dominata, Viatore, Cassiodoro e Senatore il cui sacrificio come primi martiri della Cristianità si è consumato nel 44 d.C.. A circa un chilometro dal Santuario vi è, infatti, la valle attraversaMATINAta dal fiume Fullone e dai torrenti attigui, abitata sin dall'antichità, come è attestato da numerosi ritrovamenti archeologici. Meta del percorso naturalistico è stato il parco che contiene il "Mulino di Mezzo" di cui non rimangono che i ruderi e che faceva parte di un insieme di mulini idraulici donati all'Abbazia della Matina dal duca Roberto e da sua moglie Sikelgaita. Qui, studenti e docenti, nell'afosa e caldissima giornata del 9 luglio 2021 hanno potuto godere dell'ombra di maestose querce e della frescura delle acque del Fullone, meritato ristoro dopo un impegnativo tour, che, però, ha lasciato soddisfatti tutti. Dunque, alla fine, vi è la consapevolezza che l'avvio del Piano Scuola Estate, architettato dall'IIS Cariati è stato un vero successo: tanto è emerso dai questionari di soddisfazione somministrati ma, soprattutto, dall'entusiasmo dimostrato dai ragazzi per avere, finalmente, potuto recuperare la socialità perduta!

 

Concluso serenamente l’anno scolastico, nonostante le difficoltà dovute all’emergenza Covid, all’IIS di Cariati le attività non si sono fermate. Infatti il noto Istituto cariatese, diretto dalla Prof.ssa Sara Giulia Aiello, ha aderito al Piano Estate 2021, un’iniziativa avviata dal Miur per consentire agli alunni delle scuole di ogni ordine e grado di recuperare la socialità e le attività che non si sono potute realizzare a causa delle restrizioni del Covid. Nel mese di luglio sono stati attivati alcuni moduli relativi ad attività sportive e motorie e ludico-ricreative, ai quali hanno preso parte circa un centinaio di alunni dei vari plessi dell’IIS di Cariati. Il Piano Scuola Estate 2021, col progetto “Contrasto alla povertà e all’emergenza educativa. WhatsApp Image 2021 07 26 at 11.49.02Un ponte per il nuovo inizio”, coordinato dal Prof. Antonio Caruso, si è sviluppato in diversi momenti. Il gruppo di alunni che ha partecipato al modulo sportivo, ha avuto modo di partecipare ad alcune giornate di sana e piacevole attività sportiva e motoria presso un noto e attrezzato stabilimento del litorale cariatese. Qui gli alunni, guidati dai docenti-formatori di Scienze Motorie, Proff. Luca Bombardiere, Rosellina Franco, Simona Tangari, insieme con le docenti-tutor Prof.sse Filomena Flotta e Philomene Spataro, si sono cimentati nelle attività quali beach-volley, badminton, calcetto e tanto altro, nonché attività ed esercizi a corpo libero; “un’occasione, questa, per riscoprire anche il concetto di benessere e di socialità” - hanno riferito i docenti formatori coinvolti - “ai ragazzi basta un pallone e la loro creatività per stare bene; lo sport unisce e, in alcuni casi, aiuta a superare situazioni critiche”. Sul fronte delle attività ludico ricreative, invece, gli alunni partecipanti hanno potuto riscoprire le bellezze storico paesaggistiche e le tradizioni artistiche e gastronomiche della Calabria attraverso i moduli “La mia terra... Viaggio tra colori, cultura e tradizioni”, a cura della Prof.ssa Filomena Flotta, e “ViaggiAmo Insieme!” a cura della Prof.ssa Emanuela Ientile, per entrambi i moduli docente-tutor la Prof.ssa Daniela Mancini. Mete prescelte per il modulo “La mia terra... Viaggio tra colori, cultura e tradizioni” sono state San Marco Argentano, Roseto Capo Spulico e San Nicola Arcella; tre momenti molto significativi che hanno consentito alle delegazioni degli alunni del Liceo Scientifico e Linguistico di Cariati, di poter riscoprire l’emozione delle uscite didattiche, dopo due anni di fermo. Il secondo gruppo di alunni che ha preso parte al modulo “ViaggiAmo Insieme!” ha registrato la presenza di alcuni alunni del Liceo Scientifico, un alunno dell’ITI di Cariati e di una nutrita delegazione di alunni dei plessi ITE e Liceo Scientifico di Mirto, accompagnati dalle docenti Ientile e Mancini, coadiuvate dai Proff. Serafina Benevento, Antonio Licciardi e Caterina Urso. Tre splendide località anche in questo caso: Lorica, San Nicola Arcella e Tropea/Pizzo Calabro, in tre giornate particolarmente apprezzate anche dal punto di vista della socialità in quanto gli alunni provenienti da due realtà scolastiche geograficamente distanti, hanno potuto stare insieme e stringere sinceri rapporti di amicizia. “Anche se non ci conoscevamo abbiamo trascorso insieme bellissime giornate, facendo un’esperienza indimenticabile che speriamo di poter ripete presto”, questo il coro unanime degli alunni che hanno voluto inviare un video messaggio alla DS Aiello per ringraziarla dell’opportunità a loro riservata. WhatsApp Image 2021 07 26 at 11.48.21Tutte le attività si sono svolte in totale sicurezza seguendo scrupolosamente le indicazioni e rispettando i regolamenti anti Covid. “Un primo bilancio del Piano Estate 2021 più che positivo e soddisfacente” ha riferito il referente del progetto, Prof. Caruso, il quale, insieme con la Dirigente Aiello e i docenti coinvolti nel Piano Estate, ha preso parte alla conferenza stampa di presentazione di un altro importante progetto scolastico: “Il viaggio di Pitagora”, un’iniziativa promossa dal Circolo Velico Lucano con l’obiettivo di far vivere agli alunni che intendono aderire, un’esperienza formativa di “crociera – scuola” in barca a vela. Durante l’incontro, tenutosi presso la Sala Consiliare di Palazzo Venneri, sede del Comune di Cariati, alla presenza del sindaco, Filomena Greco e dell’assessore Maria Elena Ciccopiedi, il presidente del Circolo Velico Lucano, dott. Sigismondo Mangialardi, ha illustrato i punti salienti del progetto che prevede, attraverso la filosofia pitagorica, un itinerario che ripercorre alcuni dei luoghi principali della Magna Grecia che ospitarono Pitagora e la sua scuola. Alla crociera-scuola hanno aderito alcuni studenti provenienti da tutta Italia e, naturalmente, l’invito e aperto anche agli alunni dell’IIS di Cariati che potrebbero usufruire di quest’altra importante iniziativa didattico-culturale durante la quale verranno approfondite le tecniche e la gestione della navigazione nel suo complesso e sono previste, inoltre, visite guidate presso i musei e i siti di interesse storico – archeologico e paesaggistico nelle tappe toccate durante la “crociera – scuola”. Comprensibilmente soddisfatta la Dirigente Aiello, la quale ha ribadito che le esperienze del Piano Estate appena concluse “sono solo l’inizio. Abbiamo avuto un’ottima risposta da parte degli alunni e delle famiglie – ha proseguito da DS - che ci hanno affidato con fiducia i loro ragazzi, specie dopo due anni di attività a distanza che ha sicuramente garantito una didattica di qualità, ma dal punto di vista della socialità ha comportato disagi e sofferenze”. Una scuola sempre più aperta e inclusiva, dunque, fortemente promossa a tutto campo dalla DS Aiello, dal suo staff di collaboratori e da tutto il personale docente e non. “Siamo soddisfatti di poter garantire una scuola di qualità, dinamica e attenta alle istanze del territorio; il lavoro sinergico e costante di tutto il personale scolastico ha consentito non solo di poter affrontare l’emergenza, ma anche di saper cogliere le opportunità e le sfide future”.

WhatsApp_Image_2021-06-10_at_12.33.03.jpeg

La lotta al fumo è uno dei cardini fondamentali della LILT. In occasione del 31 maggio, Giornata Mondiale Senza Tabacco promossa dall’OMS, la LILT è stata protagonista di una intensa mobilitazione, con la presenza nelle piazze, la distribuzione di materiale informativo e una forte campagna di sensibilizzazione; anche quest'anno essa ha trovato nell'Istituto d'Istruzione Superiore di Cariati un valido alleato in quella che è una tra le sue principali missioni.

Come LILT siamo sempre in prima linea per fornire supporto concreto a chi vuole smettere di fumare ma per riuscire a prospettare davvero un futuro libero dal tabacco dobbiamo intervenire sulle nuove generazioni, ovvero, battere sul tempo l’accensione della prima sigaretta” ha detto il presidente della LILT Nazionale Francesco Schittulli “i dati, decisamente preoccupanti, raccontano purtroppo di un tabagismo sempre più precoce, fin dalla preadolescenza”. 

Ecco perché la dirigente Sara Giulia Aiello ha accolto subito l'invito a partecipare alla celebrazione dell'importante giornata organizzata dalla LILT provinciale di Cosenza e dalla Delegazione di Cariati coinvolgendo i suoi studenti in una iniziativa di cui è stata referente la professoressa Daniela Mancini, volontaria e consigliere LILT, coadiuvata dalle professoresse Emanuela Ientile e Filomena Flotta, funzioni strumentali dell'IIS Cariati. Alcuni studenti hanno realizzato degli elaborati grafici con una tecnica scelta a piacere e ideato uno slogan avente come tema la lotta al fumo; "questi elaborati saranno utilizzati nelle prossime campagne antifumo nelle scuole, a partire dal prossimo mese di settembre", sostiene Maria Viteritti presidente della Delegazione LILT di Cariati.

Di seguito, alcuni slogan che accompagnano l'elaborato grafico:

  • "IL FUMO MOLTIPLICA IL RISCHIO DI TUMORE...NON UCCIDERE I TUOI SOGNI! (PASQUALE CARUSO, IV A ENOGASTRONOMIA)
  • "DISTRUGGI CIO' CHE TI DISTRUGGE! AMA LA VITA" (MARILU' FILARETI, IV A LICEO SCIENTIFICO)
  • "LA NICOTINA RENDE SCHIAVI" (MICHELA GRAZIANO, IV B CHIMICA)
  • "CONTRO IL FUMO NON CI SONO ENIGMI...DACCI ANCHE TU LE SOLUZIONI GIUSTE! (SERENA COTRONE, MARGHERITA SERO, MARIA PACE, ANTONIETTA IACOI, III A LICEO SCIENTIFICO)

ATTESTATO_PRIMO_POSTO_1.jpg

FOTO_PREMIAZIONE.jpg

"La vita nascosta", video realizzato dagli studenti dell'Ipsseoa e dei Licei di Cariati, coordinati dalle professoresse Daniela Mancini e Filomena Flotta si qualifica al primo posto e vince il concorso organizzato dall'Associazione AGAPE ODV di Cosenza dal tema "COVID - Come Ognuno Vive Il Distanziamento". Principale finalità del concorso era quella di avvicinare i giovani al mondo del volontariato, attraverso azioni positive di solidarietà verso le fasce sociali più deboli ed emarginate presenti nel territorio; il premio in denaro vinto, infatti, verrà utilizzato per aiutare i compagni di scuola che vivono situazioni di disagio socio-economico.

WhatsApp_Image_2021-04-13_at_12.03.06.jpeg

Sabato 10 aprile 2021 il team Bonificariati ha concluso il monitoraggio civico dei finanziamenti pubblici stanziati per il progetto di bonifica dell'ex discarica sita in località Garanto di Cariati.
La ricerca "Water and soil for life", condotta nell'ambito del progetto ASOC (ascuoladiopencoesione), è stata raccontata  attraverso un video che ne ripercorre le tappe(
https://youtu.be/8Xfs_dUbtP4)

E’ stato anche creato un blog per conoscere l'opinione di quanti hanno a cuore la sostenibilità ambientale e la salute(http://teambonificariati05.blogspot.com).

Si è trattato di un'esperienza molto formativa e didatticamente innovativa.
Il progetto ASOC, infatti, ha   consentito di sperimentare la cittadinanza attiva per instaurare rapporti collaborativi e costruttivi con le istituzioni, superando l'indifferenza che genera apatia e rassegnazione
.

Il team ringrazia quanti hanno supportato l’attività di ricerca.


                                                                     Proff. Marisa Linardi
                                                                               Cristian Federico 

La registrazione dell’evento è visionabile al seguente link https://youtu.be/yHZcoyqCyds

foto articoloGiorno 19 Febbraio 2021, è stata celebrata al Liceo Scientifico di Cariati, la Giornata della giustizia Sociale.  Una formazione adeguata ai ragazzi ha permesso loro di partecipare ed intervenire attivamente al convegno programmato. Testimone d’eccezione don Tonino Vattiata, alias Padre Vento, uomo e sacerdote di una ricchezza umana e culturale di grande spessore. Fondatore di una associazione in materia di protezione civile: “Promoarena”. Assistente spirituale dell’Associazione Polizia di stato, è un Piccolo nella Gioia della Comunità “Nuovi Orizzonti” fondata da Chiara Amirante. Delegato Regionale dell’Associazione Volontari Capitano Ultimo e laureato in Filosofia e in Teologia. Un uomo che sposa a pieno l’impegno per una giustizia sociale. Tra le sue tante battaglie nel sociale, ricordiamo la più recente, ancora in corso a Vibo, con l’obiettivo di trovare un dormitorio per gli ultimi e gli emarginati. La DS dell’IIS Cariati, prof.ssa Sara Giulia Aiello, sottolinea che la scuola ha sempre adottato progetti solidali, con adozioni a distanza o progetti con impegno sociale. Padre Vento ha interloquito molto con gli alunni presenti dopo aver spiegato cosa intende lui per giustizia sociale: “…non rimanere alla finestra a guardare come va a finire ciò che accade fuori. La sfida è quella di mettersi in gioco, uscire non solo fuori dalla propria abitazione, ma fuori da sé stessi per incontrare l’altro”. Alla domanda posta da un alunno circa la possibilità di superare i pregiudizi, l’ospite risponde con un’analisi psicologica ed anche umana considerando i pregiudizi come prodotto di un disagio individuale e sociale e proponendo un lavoro su sé stessi per superarli. Spiega meglio la figura del sacerdote che non ha un etichetta, ma è una persona che con i propri limiti, con il proprio esserci agisce insieme e per gli altri, combattendo, lottando quotidianamente, come auspica anche Capitano Ultimo. Viene proposta una riflessione sul fatto che spesso le notizie sono solo puntate sul male. La risposta di Padre Vento è ferma: “che vita è una vita votata a fare del male, avrebbe in sé una non vita perché ricca di preoccupazioni, di ansie. Il malvivente vive sempre nascosto, latitante lontano dai propri affetti. Il male affascina, ma in un secondo momento ti lascia solo, ti abbandona. Le domande degli alunni incalzano e tra queste viene chiesto anche cosa troverebbe Cristo se oggi ritornasse sulla terra. La risposta del relatore è breve ed efficacia: “un uomo perso, ma la Misericordia di Dio sa quali sono i limiti dell’uomo ed è pronto a perdonare ed a incoraggiare”. Volge, così, al termine l’incontro che conclude il ciclo del progetto ideato dalla prof.ssa Alessandra Curcio, la quale ringraziando tutti per la collaborazione pone l’ultima domanda a Padre Vento chiedendo Lui chi sia. “Un Sognatore Testardo”, la risposta secca del Sacerdote. L’incontro si chiude commentando l’immagine del male che si piega al bene, ispirata da una vicenda reale di Padre Vento nella quale un latitante gli va a bussare alla porta per chiedergli aiuto. La giornata della Giustizia Sociale si conclude, quindi, anche per noi come un sogno testardo da perseguire.

Prof.ssa Alessandra Curcio

SI PUBBLICA IN ALLEGATO IL FILE DI RIFERIMENTO. 

Allegati:
Scarica questo file (CONCORSO GALILEI.pdf)CONCORSO GALILEI.pdf[ ]57 kB

In questo periodo di emergenza sanitaria legata alla pandemia dfoto capolarato ridottai Covid-19, forse abbiamo dimenticato altre importanti emergenze che purtroppo affliggono il nostro Paese. Ovviamente, la pandemia ha monopolizzato i problemi per la sua gravità e aggressività, ma vogliamo portare alla luce un’altra piaga sempre più nascosta che, con l’emergenza economica conseguente alle norme per prevenire il contagio da Covid-19, potrebbe solo aggravarsi e diffondersi più velocemente di ogni altro virus: lo sfruttamento dell’immigrazione e il capolarato.

Cittadinanza, suolo, infrastrutture, acqua, sostenibilità: queste cinque parole sintetizzano la ricerca “WATER AND SOIL FOR LIFE” condotta da 7 ragazze della 3b Chimica dell’ITI “Mazzone” di Cariati nell’ambito del progetto ASOC che hanno formato un team di lavoro con il logo BONIFICARIATI. La ricerca si inserisce nell’ambito delle attività a sostegno dell’insegnamento dell’Educazione Civica.Screenshot 2021 01 11 12 37 08 919 us.zoom.videomeetings

È bene ricordare che ASOC (a scuola di open coesione) è un progetto innovativo di didattica sperimentale rivolto alle scuole secondarie superiori. Promuove principi di cittadinanza attiva e consapevole realizzando attività di ricerca e monitoraggio civico dei finanziamenti pubblici attraverso l’impiego di innovative tecnologie di informazione, comunicazione e Data journalism, lo sviluppo di competenze digitali e l’uso dei dati in formato aperto.

Nello specifico la 3b sta monitorando il finanziamento destinato alla bonifica dell’ex discarica di Cariati sita in località Garanto.

 Il progetto, fortemente voluto dal DS prof.ssa Sara Giulia Aiello, ideato dalla prof.ssa Marisa Linardi che ne è referente, si sta realizzando grazie al lavoro sinergico dei Proff. Cristian Federico e Marisa Linardi.

Per raccogliere dati utili al monitoraggio, lunedì 11 gennaio 2021, grazie alla Dirigente Scolastica prof.ssa Sara Giulia Aiello, il team di alunne ha potuto incontrare, in videoconferenza, l’Amministrazione Comunale di Cariati nelle persone del Sindaco avv. Filomena Greco e del responsabile dell’area tecnica dr. Gerardo Forciniti; l’Istituto Superiore di Studi Politici di Reggio Calabria che è un Centro di documentazione europea rappresentato dall’avv. Giovanna Russo; il Rotary Club “Terra Brettia “di Cariati incluso fra gli Amici di ASOC rappresentato dal segretario del club dr. Giuseppe Cufari; il Circolo Legambiente NIcà di Scala Coeli, rappresentato dal suo presidente Nicola Abbruzzese.

Grande è stato l’apprezzamento per l’iniziativa da parte di tutti gli ospiti che hanno dato la massima disponibilità per il reperimento di ulteriori eventuali dati utili alla ricerca.

L’incontro ha costituito, come affermato dal DS Sara Giulia Aiello, “un costruttivo momento educativo e formativo radicato nel territorio, un esempio di cittadinanza attiva”.

                                                                  Marisa Linardi

                                                                  Cristian Federico

Pagina 1 di 29

e dida

logo-aica

15maggio

MAD

iscrizioni 18-19

logo-scuole-green

inclusione

press-room

ciak

sostegna a distanza

Osservatorio astronomico Galileo Galilei

osservatorio-astronomico

Laboratorio per lo studio dei Raggi Cosmici EEE Cariati

Cari-EEE

Il Liceo Scientifico di Cariati
partecipa ai seguenti progetti
nazionali e internazionali

eee

 ada

Portali scolastici

ministero istruzione

ufficio-scol-cal

scuola-chiaro

sidi

Pon 2014-20

pon in chiaro

indire

Accesso riservato

Inizio pagina