Comunicati

Screenshot 20230124 142805 WhatsApp

WhatsApp_Image_2023-01-16_at_10.53.31.jpeg

WhatsApp_Image_2023-01-08_at_11.17.38.jpegWhatsApp_Image_2023-01-07_at_21.32.51.jpeg

 

Nei giorni che hanno preceduto le Sante Feste di Natale, i cavalieri Templari della Commenda San Giovanni, operante sul territorio cariatese, hanno portato la Luce della Pace in giro per la città di Cariati. La santa fiammella, partita circa una settimana prima da Betlemme, proveniente dal fuoco perenne nella Chiesa della Natività, è stata raggiunta da una rappresentanza dei Cavalieri Templari della Commenda San Giovanni di Cariati nella giornata di sabato 17 dicembre a Lamezia, durante il suo transito in treno verso le mete del Sud Italia.

Lunedì 19 dicembre, Sara Giulia Aiello, dirigente scolastica dell’I.I.S. Cariati, ha consentito l’incontro tra la santa fiammella e i suoi giovani studenti. La Luce, col suo carico simbolico di speranza, non poteva mancare nelle scuole del territorio. Significativo è stato l’incontro tra i giovani e la cultura dell’antica cavalleria che ha lo scopo di custodire storie e identità e raccontare tradizioni lontane per promuovere nuove forme di incontro e convivenza per un futuro sempre più ampio e diversificato. Tanto i docenti quanto gli studenti hanno partecipato attivamente alla giornata, un po’ insolita, molto ricca di dettagli e intrisa di fascino e mistero imperniato attorno a questo ordine cavalleresco fondato nella Terra Santa al termine della Prima Crociata, nel 1096, e composto in origine da undici frati francesi armati di spada. Molte leggende, infatti, collegano i Templari al Sacro Graal, oltre che all’Arca dell’Alleanza. Ma per studenti e docenti, che da quella fiammella hanno potuto attingere per accenderne altre, il momento ha rappresentato, soprattutto, l’opportunità di diffondere il messaggio che essa reca con sé e, cioè, un simbolo di pace e fratellanza fra i popoli, contro tutte le guerre.

A seguire, la mattinata organizzata dalla dirigente Aiello e dal suo staff, ha offerto ai ragazzi e alle ragazze che si sono avvicendati nell’aula magna del Liceo Scientifico-Linguistico di Cariati, il concerto della Missy Vocal Band “LadyFra and the Gleam Sisters”. Il trio, di matrice cristiana che vede la solista Francesca LadyFra Ettorre (mezzo soprano), affiancata da Arianna Scarcello (mezzo soprano) e Doriana Siniscalco (soprano), ha proposto brani del loro repertorio Gospel, Jazz e Celtic Music, rivisitati con l'aggiunta di piccoli e inusuali strumenti etnici a percussione. Tra questi: “Wayfaring Stranger”, “Give Yourself to Jesus”, “Silent Night”, “Winter wonderland” che hanno saputo creare la giusta atmosfera preparatoria al Santo Natale coinvolgendo intimamente e gioiosamente le rappresentanze degli studenti e delle studentesse di tutti i plessi dell’Istituto d’Istuzione Superiore di Cariati accompagnati dai loro docenti e dalla dirigente Aiello.

Link concerto:

https://youtu.be/Hr7vbwxC88c

 

WhatsApp_Image_2023-01-08_at_11.17.38_1.jpeg

BERTOLI.jpgBUFFET.jpg

Il 5 dicembre 2022, si è tenuto l’evento IO… COME TE che ha visto protagonisti le ragazze ed i ragazzi dell’IIS Cariati e gli ospiti che hanno portato la loro testimonianza relativa alla Giornata Mondiale dei Diritti delle Persone con Disabilità. Incentivato dalla dirigente Sara Giulia Aiello, ideato e organizzato dalla prof.ssa Daniela Mancini, Funzione Strumentale Inclusione d’Istituto e dalla prof.ssa di sostegno Antonella Spadafora, l’evento si è tenuto presso l’aula magna dell’ITI Mazzone. Molteplici i lavori presentati dagli studenti, dall’esibizione musicale di Alisea Cristaldi ai bonghi, accompagnata dalla danza free style di Gaia Madera e dal cartellone dei compagni della III B Liceo Scientifico alla presentazione dell’Akathon delle Idee, incentrato su di un progetto di aula inclusiva, a cura degli studenti Giuseppe Gentile e Matteo Monti della V A Chimica guidati dal prof Antonio Caruso. Ma anche i ragazzi della I A ITE Mirto Crosia, guidati dalle professoresse Annarita Granatelli e Marilena Santoro, si sono distinti per avere realizzato una vivace tela con le impronte delle loro mani ed essersi soffermati sulle intense parole di “Esseri Umani” di Marco Mengoni. I ragazzi dell’Ipsseoa, guidati dalle professoresse Gemma Mastroianni, Rossella Bonanno e Mariagiovanna Procopio, hanno invece presentato un video in cui realizzano dei biscotti natalizi all’interno di un articolato laboratorio d’inclusione, dolci che sono stati distribuiti durante l’evento. Gli studenti dell’ITI, coordinati dalle professoresse Assunta Romano e Carmelina Pranteda, sono stati gli artefici del coinvolgente video “La meravigliosa imperfezione”; alla manifestazione hanno preso parte anche gli alunni dell’IC Cariati che hanno condiviso narrazioni e rappresentazioni grafiche sul tema guidati dalla professoressa Giulietta Frontera. L’on. Pasqualina Straface, consigliere regionale, ha sottolineato il lavoro della Regione per rendere più efficiente la rete sanitaria, avere diagnosi precoci e percorsi neuro-diagnostici efficaci e utili a garantire alle famiglie il giusto supporto, altresì, gli investimenti della Regione nel settore dell’Istruzione. Ha portato le sue esperienze anche Don Agostino Stasi, responsabile diocesano catechesi del settore persone con disabilità dell’Arcidiocesi di Rossano-Cariati, l’Unione Italiana Ciechi di Cosenza, con Giusi Bartolotto, la scuola con la referente sostegno prof.ssa Rossella Bonanno. È stata poi la volta dei testimonials. Michele Straface, artista di String Art ipovedente ha raccontato di quanto sia stato difficile iniziare a convivere con la sua malattia e rinunciare a quella che era la sua vita precedente, delle difficoltà quotidiane e del suo rimettersi in gioco diventando un artista della corrente della New Pop. La diciannovenne Vanessa Scigliano, nonostante la sua disabilità motoria, ha stupito tutti i presenti con la sua storia e con un video dei suoi momenti di vita più intensi; il messaggio di Vanessa è stato lampante: “Non bisogna farsi condizionare da ciò che ci manca ma bisogna usare al massimo quello che abbiamo”, commossa nel ricevere un omaggio floreale dalla sua ex insegnante Rosina Franco. Ospite d’onore è stato il cantautore Alberto Bertoli, figlio del compianto Pierangelo che non usa mezzi termini e, parafrasando “A muso duro”, chiede agli studenti di vivere almeno un giorno nei panni delle persone con disabilità. Intervistato dalla prof.ssa Spadafora, ha raccontato l’esperienza di figlio di persona disabile e di logopedista di bambini non verbali; lo stesso ha arricchito l’evento con dei brani musicali, ma soprattutto ha lasciato il segno nei presenti. La manifestazione si è conclusa con la lettura da parte della professoressa Daniela Mancini di una missiva di Agape ODV Cosenza, associazione di volontariato che, per l’occasione, ha offerto un rinfresco di beneficenza curato dagli studenti dell’Ipsseoa guidati dai professori Antonio Mignanelli e Robertino Pastore. Soddisfatta la dirigente Aiello che non manca mai di sottolineare che gli attori protagonisti dell’IIS Cariati sono le studentesse e gli studenti, che la scuola non si pone limiti per essere sempre più inclusiva dando la possibilità a tutti di effettuare percorsi scolastici significativi.

 

PLATEA_2.jpgALISEA_IIIB.jpg

Galleria foto

https://www.facebook.com/media/set/?vanity=100000931145379&set=a.8575232615851025

Diretta FB

https://www.facebook.com/iis.cariati.1/videos/1212180876039143/?__cft__[0]=AZXNSKJLobejo085GuWkdziXKcgut6r0sCG3NPtwwWMS-DQUkQD4YwWecGvLlutbtoYxU_DS_TLBT8xGwM6NhxFf05vnu_u7VCd9DMzjZcm-7cOZ_SQ3zgMCGXHz30LwF-7F2mpEfYE8DqLoevtB-NuKFBQdxL-a7CY4rnUW_6z_0ENmWJeiCX6ZxDfF87Dyj8c&__tn__=-UK-R

Servizio TGR 3 Calabria

https://www.rainews.it/tgr/calabria/notiziari/video/2022/12/TGR-Calabria-del-09122022-ore-1930-99f73335-531e-4a2f-8445-e4f32e475a5f.html

WhatsApp_Image_2022-12-02_at_18.46.51.jpeg

“Diventate poeti di Pace!”, questa l’esortazione di Papa Francesco al termine dell’incontro con gli studenti italiani della Rete Scuole di Pace, tenutosi presso l’Aula Paolo VI del Vaticano al quale ha preso parte anche l’IIS CARIATI.

La prestigiosa iniziativa, che ha visto la partecipazione di 17 scuole, rientra nel programma “Per la pace con la cura”, proposto dal Coordinamento Nazionale Scuole di Pace al quale l’Istituto del Basso Jonio Cosentino aderisce per il secondo anno consecutivo.

L’incontro con Papa Francesco è stato preceduto dalla lettura in classe degli “esercizi di Pace” attraverso il vademecum distribuito agli studenti delle classi partecipanti al progetto. Il 28 novembre scorso una nutrita delegazione di studenti e docenti, con in testa la DS Aiello, ha assistito a questo evento straordinario, frutto di mesi di preparazione e cura attraverso il costante confronto tra il Coordinamento Nazionale Rete Scuole di Pace, diretto dal Dott. Flavio Liotti, il coordinamento del preside Aluisi Tosolini, la referente Randa Harb e lo staff dirigenziale dell’IIS di Cariati. Emozione e stupore le parole chiave di una giornata trascorsa insieme ai 6000  presenti, tra studenti, docenti e amministratori giunti da tutta Italia. Grazie a loro, in tanti hanno visto e capito cosa può fare una scuola che cerca di educare alla pace e alla cura.

E’ stato davvero significativo condividere con tanti giovanissimi un momento così importante e sentire il loro entusiasmo che è giunto al cuore di Papa Francesco attraverso i canti, le grida gioiose e le preghiere. Insieme con la DS Aiello, ad accompagnare i novanta studenti dell’IIS Cariati, anche i due collaboratori del Dirigente, la prof.ssa Concetta Cosentino e il prof. Antonio Caruso, le prof.sse Dina Gangale, Patrizia Chieffalo e Emanuela Ientile (quest’ultima referente del progetto “Per la Pace - Con la cura”, inserito nel PTOF d’Istituto), i proff. Luca Bombardiere e Leonardo Donnici e, per il plesso di Mirto-Crosia, i referenti di plesso proff. Caterina Urso e Gianfranco Manna, il prof. Pietro Simari e il docente di religione Don Pasquale De Simone. Anche le famiglie a casa, gli studenti rimasti in classe e i docenti hanno potuto seguire l’evento attraverso il canale Vatican Media Live che ha trasmesso la diretta streming, le cui telecamere hanno più volte inquadrato il colorato striscione dell’IIS Cariati, posto sulla transenna in prima fila. Numerosi messaggi di ringraziamento sono giunti alla DS Aiello e ai docenti da parte dei genitori per la preziosa opportunità che è stata concessa ai loro figli. Inoltre, al personale addetto della Santa Sede sono stati consegnati per il Santo Padre alcuni doni realizzati dagli alunni stessi e un gagliardetto scolastico e pubblicazioni su Cariati e sull’IIS da parte della Dirigente Aiello e dei docenti.

Nel suo discorso il Santo Padre ha più volte ricordato di come la brama di potere e di denaro siano cause di discordia e di guerre; ha poi pronunciato parole di fiducia nei confronti dei giovani, esortandoli a seguire l’esempio del Santo di Assisi di cui ha scelto il nome, nonché a leggere e studiare poiché la cultura salva dal male e dall’ignoranza, a diventare, insomma, “poeti di pace”. Al termine della mattinata il Santo Padre è sceso tra il pubblico per salutare i convenuti in un clima di festa e di allegria e non ha risparmiato saluti, sorrisi e benedizioni alla folla che lo ha acclamato. “Non mi sembra vero che abbiamo visto il Papa” hanno affermato ancora increduli alcuni studenti; “Sono riuscito a toccare la sua spalla!”, ha esclamato un altro alunno con un’emozione tale da fargli luccicare gli occhi; “Poter vedere il Papa e ascoltare le sue parole così da vicino è stata un’esperienza che non dimenticheremo mai”; “Tutta la stanchezza del lungo viaggio mi è passata in un momento, non appena siamo entrati nella Sala Paolo VI ed abbiamo atteso l’arrivo del Papa”; “La sua figura mi ha trasmesso fiducia e coraggio”, “Non si incontra il Papa tutti i giorni! Di questo saremo sempre grati alla nostra Dirigente e ai nostri docenti”, queste tra le tante altre testimonianze dei giovani dell’IIS di Cariati. Lacrime di commozione e di gioia, abbracci, stupore, insomma, la “cura” di Papa Francesco è stata piacevolmente contagiosa per tutti. Un viaggio che è stato occasione anche di crescita e di arricchimento culturale, infatti gli studenti hanno potuto ammirare la stupenda sala commissionata da Papa Paolo VI e progettata dall’architetto Pierluigi Nervi negli anni ‘70 del ‘900, al centro della quale spicca la pregevole “Resurrezione”, una monumentale opera in bronzo di Pericle Fazzini, realizzata anch’essa nel 1975; senza dimenticare le note opere come il maestoso “cupolone” di Michelangelo e l’immenso portico del Bernini che abbraccia Piazza San Pietro.

Al termine di una giornata così emozionante si è ripartiti alla volta di Cariati e nonostante la comprensibile stanchezza, questa ha lasciato il posto alla gioia della condivisione. “Faremo tesoro di questa esperienza!” ha riferito la DS Sara Giulia Aiello, “Porteremo l’energia che essa ha generato anche a coloro che non hanno avuto la possibilità di partecipare. Ed è con questo spirito, suggerito anche dal Coordinamento Nazionale Rete per le Scuole di Pace, che ci ripromettiamo di organizzare momenti di riflessione tra i partecipanti per condividere i pensieri e le emozioni di ciascuno”. L’incontro con Papa Francesco è stato una tappa del percorso didattico “Per la pace. Con la cura” che proseguirà con la Giornata nazionale della Cura che si terrà il prossimo marzo e la Marcia Perugia Assisi delle scuole del 21 maggio 2023.

 https://www.vatican.va/content/francesco/it/events/event.dir.html/content/vaticanevents/it/2022/11/28/scuole-dipace.htmlWhatsApp_Image_2022-12-02_at_18.46.51_1.jpeg

mix2.JPG

Il 18 Novembre scorso gli alunni delle classi Terze, Quarte e Quinte del Liceo “Patrizi”, diretto dalla prof.ssa Sara Giulia AIELLO hanno incontrato, nell’Aula Magna dell’Istituto, il Comandante del Reparto Operativo dei Carabinieri di Cosenza, Ten. Col. Dario Pini. All’incontro, fortemente voluto e organizzato dal Prof. Domenico LIGUORI e dalla Prof.ssa Alessandra CURCIO, cui hanno partecipato anche ragazzi della classe Terza dell’Istituto Comprensivo di Cariati, sono stati approfonditi temi ed argomenti di diretto riferimento al Progetto Cultura della Legalità, inteso quale  diffusione di valori da trasmettere ai ragazzi delle scuole, nell’ottica di una sempre più approfondita consapevolezza delle condotte di ciascuno nel quotidiano.

Dopo un breve inquadramento sull’ordinamento giuridico dello Stato italiano e sulla gerarchia delle fonti legislative, molti sono stati i temi affrontati nel corso del dibattito: dal Bullismo – Cyberbullismo, alle devianze giovanili, alle dinamiche relative al traffico ed allo spaccio di sostanze stupefacenti, all’incidenza del fenomeno mafioso nel territorio con un focus sugli specifici reati fine di cui si nutre la criminalità organizzata (droga, estorsioni, sfruttamento del lavoro, usura) tutte tematiche che hanno avuto un grande impatto emotivo sugli studenti presenti

I ragazzi, infatti partecipi ed attenti, hanno attivato un ricco confronto, spunti di riflessione e domande a cui la dirigente Aiello, gli Insegnanti presenti ed il referente per l’Arma dei Carabinieri hanno risposto per fornire ai ragazzi da un lato ogni strumento utile a riconoscere e prevenire le forme di criminalità contro la persona ed il patrimonio -evitando comportamenti violenti, prevaricatori, discriminatori o determinanti l’isolamento sociale e promuovendo condotte favorenti l’integrazione ed il coinvolgimento - da un altro a garantire le giuste rassicurazioni circa l’impegno costante delle Forze dell’Ordine nella prevenzione e repressione dei reati unitamente alla necessità di fare squadra tra Forze dell’Ordine, Istituzioni Scolastiche e studenti, ai fini di una più ampia divulgazione della legalità, del contrasto alla sub-cultura del omertà e dell’accettazione delle condotte devianti, in funzione di una lotta alla criminalità diffusa che parta da un concetto di reciproca collaborazione tra Forze dell’Ordine e cittadini di oggi e di domani.

L’incontro si è concluso con la presentazione, da parte degli studenti dell’Istituto Comprensivo Statale di Cariati, di alcune tavole ad olio e tempera raffiguranti l’albero sempreverde della Legalità, valore da scegliere con consapevolezza ed a cui informare la propria vita, idealmente assurto a simbolo della difesa del più debole.

“La presenza del col. Pini nel nostro Istituto – ha sottolineato la DS AIELLO- non solo ha arricchito il bagaglio di conoscenze dei nostri studenti in materia di legalità, ma ha anche rappresentato quanto sia importante nel tempo compiere una scelta di vita autentica.”

Una giornata, dunque , che ha riportato al centro il dialogo tra nuove generazioni e istituzioni, in un clima di grande empatia instaurato tra il ten. Pini e il giovane uditorio.

foto_art_2.JPG

Si è svolto, il giorno 9 novembre 2022, il convegno celebrativo del decimo anniversario dalla scoperta del Bosone di Higgs al liceo scientifico di Cariati. Ricordiamo, infatti, che il 4 luglio 2012 veniva annunciata al mondo, congiuntamente dal portavoce dell’esperimento ATLAS, Fabiola Gianotti, e da quello dell’esperimento CMS, Joseph Incandela, la scoperta di una nuova particella con le stesse caratteristiche della particella che Higgs, Brout e Englert, indipendentemente l’uno dall’altro, avevano proposto nel 1964 per giustificare la differenza di massa delle particelle elementari che compongono la materia. “Ogni occasione è buona-ha affermato la DS dell’I.I.S. Cariati, Prof.ssa Sara Giulia Aiello- per divulgare il sapere scientifico soprattutto se questo processo avviene per tramite di chi la ricerca scientifica la pratica in prima persona e la condivide con il mondo della scuola ed in questo caso anche con i nostri alunni”. Gli ospiti, introdotti dalla moderatrice Prof.ssa Alessandra Curcio, hanno coinvolto gli allievi di diverse classi dello scientifico “Patrizi” nell’aula magna dell’istituto dando la possibilità di seguire l’evento anche in diretta facebook e su piattaforma zoom ad altri studenti anche di altri istituti che si sono collegati da remoto. Il primo relatore è stato Marco Schioppa Professore di Fisica Sperimentale all'Università della Calabria e associato all'INFN. La sua attività di ricerca è concentrata nell’ambito della fisica sperimentale delle particelle elementari e delle interazioni fondamentali. Collabora a esperimenti internazionali che si focalizzano su misure di precisione del Modello Standard e sulla ricerca di segnali di nuova fisica. È responsabile scientifico del gruppo ATLAS di Cosenza e tutor al liceo scientifico di Cariati per il progetto EEE (Extreme Energy Events) sullo studio dei raggi cosmici. La sua relazione (visibile al link https://youtu.be/_3WIo0e25XQ ) ha introdotto il tema storico-scientifico della particella festeggiata mostrando il contributo sperimentale del suo laboratorio cosentino alla scoperta del Bosone di Higgs. L’intervento successivo (visibile al link https://youtu.be/CV4Ud41ZnCE ) è stato della Prof.ssa Sandra Savaglio astrofisica con lunga esperienza di ricerca in istituti negli USA e in Germania apparsa, nel 2004, sulla copertina del Time come simbolo dei cervelli in fuga. Tornata nel 2014 all'Università della Calabria come professore di astrofisica, ha vinto nel 2016 il premio Vittorio de Sica per la ricerca scientifica. Nel 2018 ha pubblicato per Mondadori il libro di divulgazione scientifica “Tutto l’universo per chi ha poco spazio-tempo”. La sua relazione ha condotto gli studenti alla scoperta dei buchi neri presenti nell’universo. Subito dopo è stata la volta del Prof. Domenico Liguori, docente di matematica e fisica al liceo scientifico “Patrizi” che ha relazionato sull’approccio laboratoriale dell’insegnamento della fisica delle particelle. Nella sua presentazione, visionabile a questo link https://youtu.be/jt-X2UyzjmQ , ha mostrato alcune proposte didattiche con sussidi didattici e modellini realizzati con gli alunni utili a spiegare il modello standard, le interazioni tra particelle ed il modello atomico e nucleare il tutto utilizzando materiali poveri. Non è mancato il contributo degli alunni che hanno relazionato in ordine Giovanni Marino, della classe VA (relazione visionabile al link https://youtu.be/wTTdOZKe5Hk ), sull’impegno di questo istituto nel progetto EEE e Giovanni Rovito, classe VA (relazione visionabile al link https://youtu.be/SNZmK9StihQ ), sulla realizzazione del progetto MoCRiL (Measurement of Cosmic Rays in Lake).

foto_mocris.jpg

Il progetto MoCRiS (Measurement of Cosmic Ray in Stratosphere  https://www.youtube.com/watch?v=gssh1zcj2QA ) guidato dal prof. Domenico Liguori e realizzato al Liceo Scientifico di Cariati con la collaborazione dell’INFN-OCRA di Roma (prof. Valerio Bocci), l’ABProject (Dott. Antonino Brosio e Dott.ssa Antonella Tripodi) ed il dipartimento di Fisica dell’Unical (prof. Marco Schioppa) continua ad accumulare successi. Questa volta conquista il primo premio del concorso “I vostri successi” organizzato dell’ITP (Italian Teacher Programmes) del CERN di Ginevra (https://itp.web.cern.ch/premio-itp-i-vostri-successi ). Di seguito riportiamo la motivazione della giuria a questa premiazione:

 Premio 2022 “ITP I Vostri Successi” va al progetto MOCRIS che è stato apprezzato per "la capacità di coinvolgimento degli studenti, la difficile organizzazione generale e il contributo originale del docente nel realizzare il progetto in collaborazione con l’INFN". Il docente premiato è: Domenico Liguori, Cariati.

A tal riguardo la D.S. Prof.ssa Sara Giulia Aiello esprime tutti i suoi complimenti agli alunni e docenti che hanno partecipato al progetto comunicando che l’importanza scientifica e didattica di MoCRiS continueranno ad arricchire l’esperienza dei nostri alunni anche in questo anno scolastico con una seconda edizione del progetto MoCRiS implementata ed arricchita con nuove misure scientifiche.

La premiazione avverrà giorno 13 ottobre alle ore 18:00 previa presentazione del progetto e l’evento potrà essere seguito al link https://cern.zoom.us/j/61014624318?pwd=emwrU1lmalpNengrTzlaZUcrTFVNdz09#success

foto_finale.JPG

Giorno 16 settembre scorso il progetto MoCRiL (Measurement of Cosmic Rays in Lake) è stato presentato dal prof. Domenico Liguori, al 108° Congresso Nazionale della SIF. La presentazione è avvenuta nella storica aula del dipartimento di fisica di Milano dedicata a Maria Gaetana Agnesi (https://2022.congresso.sif.it/info/scienziate-delle-sezioni) nell’ambito della sezione sulla didattica e storia della fisica. Il progetto MoCRiL portato a compimento il 31 maggio 2022 come PCTO del Liceo Scientifico di Cariati ha voluto riproporre la misura storica di Domenico Pacini sulla ricerca della natura della radiazione ionizzante presente in aria facendo misure di variazione di raggi cosmici in immersione delle acque del lago Arvo in Sila. Al progetto hanno partecipato anche altre 4 scuole: Liceo Scientifico “E. Fermi” di Catanzaro (prof. Alessandro Fantini), Liceo Scientifico “Galluppi” di Tropea (Prof. Giuseppe Fiamingo), Liceo Scientifico “A. Volta” di Reggio Calabria (proff. Carmen Petronio e Fabrizio Tone), Liceo Scientifico “I. Vian” di Bracciano (proff. Mario Centola e Giusy Di Santo coordinati dai prof. Valerio Bocci e Francesco Iacoangeli dell’INFN di Roma) e gli studenti del dipartimento di fisica dell’UNICAL coordinati dal prof. Marco Schioppa. Il progetto, inserito nel programma OCRA (Outreach Cosmic Ray Activities) dell’INFN, è stato definito dalla DS dell’IIS Cariati, prof.ssa Sara Giulia Aiello, un esempio molto valido di didattica laboratoriale, inclusiva e scientifica che offre agli alunni coinvolti la possibilità di interagire direttamente con il mondo della ricerca da attori protagonisti anziché solo come spettatori passivi. La relazione può essere visionata al seguente link: https://local.sif.it/repository/108/atticon14435  e negli atti del congresso al link https://static.sif.it/SIF/resources/public/files/congr22/atti_congresso_108.pdf

Pagina 1 di 31

Cerca

Attività formative

e dida

pago rete logo

logo-aica

15maggio

MAD

iscrizioni 18-19

Postoccupato locandina IT

logo-scuole-green

inclusione

press-room

ciak

sostegna a distanza

Osservatorio astronomico Galileo Galilei

osservatorio-astronomico

Laboratorio per lo studio dei Raggi Cosmici EEE Cariati

Cari-EEE

Stazione Meteo Liceo Cariati

Cari-EEE

Dati meteo e video Stazione Liceo Cariati

Cari-EEE

Il Liceo Scientifico di Cariati
partecipa ai seguenti progetti
nazionali e internazionali

eee

 ada

Portali scolastici

ministero istruzione

ufficio-scol-cal

scuola-chiaro

sidi

Pon 2014-20

pon in chiaro

indire

Accesso riservato

Inizio pagina
Utilizzo dei cookie

Questo sito utilizza cookie di tipo tecnico, per cui le informazioni raccolte non saranno utilizzate per finalità commerciali nè comunicate a terze parti.
Potrebbero essere presenti collegamenti esterni (esempio social, youtube, maps) per le cui policy si rimanda ai portali collegati, in quanto tali cookie non vengono trattati da questo sito.